mercoledì 19 luglio 2017

Giordano Bruno anticipò la Scienza moderna di qualche secolo...

Risultati immagini per giordano bruno


«Non è la materia che genera il pensiero, è il pensiero che genera la materia», scrive l’astrofisica Giuliana Conforto. «La Forza è la Vita Cosmica». Giordano Bruno? 

«Non esprime filosofia, ma una scienza del futuro e una saggezza antica. Testimonia l’eterno presente e, con l’Arte della Memoria, indica il modo per viverlo». Di fatto, il grande pensatore rinascimentale bruciato vivo a Roma il 17 febbraio 1600 «anticipa la scoperta della Forza, la Vita Cosmica, e rivela il grande segreto della materia nucleare che la scienza non ha ancora compreso: la comunione diretta e quindi l’etica naturale di ogni essere umano con la Forza». 

Fu questo, aggiunge la Conforto, il motivo vero della sua condanna, «perché rende vano il ruolo delle chiese come presunte rappresentanti di Dio». 


Immagine correlata
Infatti, «la comunione diretta rivela la centralità dell’uomo e spiega il faticoso preludio al grande evento: la nascita dell’uomo nuovo che, per il fatto di “aver mutato intento”, diverrà cosciente, responsabile di sé e capace di creare un nuovo mondo». 

Da sempre, sulla Terra, sottolinea una studiosa come Manuela Racci, esistono esseri che «indicano la via per edificare un nuovo mondo, per aprire il cammino all’umanità verso una nuova aurora: sono esseri di luce, accomunati dalla stessa forza ed energia, marchiati dalla stessa solitudine»

Forse «venuti troppo presto, nati postumi con la mente dinamite», come direbbe Nietzsche.

Giordano Bruno potrebbe davvero considerarsi un nobile antesignano di questa specie chiamata “indaco”, giunta a edificare un nuovo mondo, «un mondo di luce per esseri di luce che vedono e sentono con gli stessi occhi e la stessa mente sia gli universi Giordano Brunovisibili che quelli invisibili», scrive Manuela Racci, in una riflessione ripresa dal blog “Visione Alchemica”. 

«Un grande pensatore, arso vivo per il vizio di pensare; un filosofo di una modernità quasi inquietante, ma soprattutto un uomo fuori del comune, uno spirito folletto, fantasioso, originale». 

Quello che trasmetteva «non era solo un’immagine della vita, ma un’emozione del mondo»


Risultati immagini per giordano brunoGiordano Bruno «era un grande: in lui albergava la conoscenza dei mondi paralleli, della metempsicosi, delle energie sottili». Straordinario, per quei tempi. La sua profondità «non è quella che connota il pensiero tecnico-scientifico da secoli imperante in Occidente». 

Va ricercata nell’inconscio della scienza stessa, «che è a un tempo ciò da cui la scienza scaturisce e ciò che la scienza rimuove». 

Innegabili sono i miglioramenti che la scienza ha apportato alla vita dell’uomo occidentale. «Ma sotto l’aspetto della felicità, della ricerca di una pace interiore, di una quiete dell’anima in piena armonia con la natura e più ampiamente con il Tutto, risulta più difficile parlare di progresso».

Per la professoressa Racci, sembra quasi che la scienza abbia sdradicato l’uomo dal suo habitat naturale, la fusione con la natura, «facendolo sentire meno alienato di fronte a un computer che al cospetto di un tramonto»

Allo stesso modo, la religione, «per quanto antiscientifica possa sembrare», ha sovente «cercato il connubio con la ragione, con l’evidenza e la chiarezza del “lumen” naturale, perdendo in realtà la sua vera “quidditas”, la sua dimensione sacrale». 


Risultati immagini per giordano bruno rogo
Per questo Giordano Bruno fu messo al rogo: «La sua “nova filosofia” non era né scientifica, né strettamente religiosa, in quanto si fondava sulla “magia naturale”, sulla “prisca Aegiptorum sapientia”», l’amtica sapienza egizia. 

«Bruno è infatti il vero sensitivo immerso nella “fusis”, convinto che si possano abbattere le barriere tra l’umano e il divino». E attenzione: «Niente è più positivo dello sfondamento dei limiti, dello spostare le pietre di confine per arrivare alla comprensione che l’uomo, la Natura e Dio sono laNietzschestessa cosa. Nell’universo tutto è Vita, tutto è animato da uno stesso spirito vivificatore». 

Letteralmente: «Tutte le cose sono nell’universo e l’universo è in tutte le cose», in perfetta armonia.

E’ un’innegabile forma di animismo: per Bruno, tra le piante, gli animali, gli uomini non c’è differenza se non di grado. 

La differenza è nel “Dorso della Forma”, sono fenomeni di un’unica sostanza universale. Pensare che il mondo sia là solo per l’uomo è un grave errore: «Il filosofo esce così dalla cultura occidentale cristiana e modula il suo sentire sul registro affine a quello buddista». 

Con l’ammirazione dovuta a chi sacrifica la vita per le proprie idee, «Bruno andrebbe inserito in una sfera iniziatica, riferendosi non tanto alla sua laicità, bensì alla sua sacralità, al suo vedere la presenza divina in ogni cosa, alla sua ansia di ricerca che trascende il raziocinio nel suo identificarsi nella natura, che è per lui un vero e proprio “indiamento”», cioè un’unione estatica tra l’umano e il divino. Si tratta di varcare il limite dell’homo sapiens per avviarsi «verso altra natura, altri corsi, altri mondi».

La materia dunque non è inerte, ma viva, animata (pampsichismo) e costituisce uno dei centri archimedei del pensiero di Bruno: infatti, continua Manuela Racci, il filosofo perviene a una concezione della materia universale come fonte dell’infinito prodursi di tutta la realtà: come la gestante che riscuote da sé la sua prole, la materia contiene in sé tutte le forme, è «cosa divina e ottima parente, genitrice e madre di cose naturali, anzi la natura tutta in sustanza»; è «fonte de l’attualità» di ogni cosa. 

Per Bruno la materia è Vita, materia infinita, e tra l’anima dell’uomo e quella delle bestie non c’è alcuna differenza sostanziale. «Potremmo dire che la “magia naturale” di Bruno si colloca in quella sotterranea corrente che prende il nome di “pensiero per immagini” che, pur perdente in Occidente, costituisce la fonte segreta del sapere, fonte a cui si accede non per via logico-architettonica ma per pratica amorosa». 

La concezione che Bruno ha della forza dell’Amore ribadisce la pregnanza e Giuliana Confortol’attualità di tale concetto in campo metafisico e metempirico: la forza «che move il sole e l’altre stelle», di cui parla Dante, è «l’unica che muove infiniti mondi e li rende vivi». E quella “magia naturale” che solo il vero saggio da sempre sente.



Risultati immagini per giordano bruno rogo




«L’amore, dice il filosofo, sa “comprendere” ciò che la ragione non sa “spiegare”, là dove la scienza può spiegare tutto, senza nulla comprendere». 

L’astrofisica Giuliana Conforto, in uno studio irrinunciabile sulla futura scienza di Giordano Bruno, evidenzia come il pianeta si stia trasformando e come il filosofo nolano sia uno dei grandi saggi che l’abbiano previsto. 

«Quella di Bruno è scienza del futuro, coscienza delle infinite potenzialità dell’essere umano e soprattutto della sua immortalità. Egli annuncia la nascita dell’uomo nuovo, libero da tabù e paure, capace di ricevere e di riflettere nelle sue opere l’intero messaggio vitale, oggi noto come Dna, quindi di creare un nuovo mondo di pace e vera giustizia». 

In altre parole, «Bruno rivela il grande segreto, la magia della natura: la comunione naturale di ogni corpo con il messaggio genetico, che fu poi il motivo vero della sua condanna perché vanifica il ruolo della Chiesa come intermediaria tra l’uomo e Dio: Bruno rivela il ruolo centrale di protagonista dell’uomo nel progetto cosmico, prevede i tempi attuali e l’evento che ristabilirà l’antico volto: il risveglio dell’uomo alla coscienza dell’infinita e vera realtà, l’Amore».


Risultati immagini per giordano brunoQuella forza cosmica prende il nome, in Bruno, di “eroico furore”: «L’uomo nuovo è il furioso, l’ebbro di Dio e arso d’amore che, con uno sforzo eroico (da eros) e appassionato, giunge a una sorta di sovrumana immedesimazione con il processo cosmico per cui l’Universo si dispiega nelle cose e le cose si risolvono nell’Universo, generando una sorta di copula d’amore tra lui e la Natura. Solo il fuoco dell’esperienza dell’Amore è in grado di aprire la strada alla visione di Dio, del Tutto, dell’unità». 

Scorrendo in particolare i suoi sette scritti magici, tra cui esemplare risulta essere la “Lampas triginta statuarum”, testo di eccezionale bellezza poetica e immaginativa, il lettore non può non cogliere questo moderno senso del divino nell’uomo come appartenenza al Tutto, scintilla perfetta di un Tutto unico e animato. 

Per Manuela Racci, è una affascinante concezione della metempsicosi di ascendenza orfico-pitagorica: la morte non è altro che una dissoluzione di legami, ma nessun spirito o nessun corpo celeste perisce; è solo un continuo mutare di complessione e combinazioni. Affiora un «senso etico di giustizia cosmica», Cosmoche spinge le anime «a comunicarsi a corpi sempre diversi, in una sorprendente affinità con il Karma delle religioni orientali, nella commossa intuizione che l’anima possa istituire innumerevoli legami tra piani dell’universo».

Prima ancora dello stesso movimento romantico, Giordano Bruno ha quindi riportato l’attenzione sull’intima connessione del Tutto rispetto all’analitica scansione delle parti, in cui il pensiero logico-razionale per natura trattiene se stesso, smarrendo i vincoli che legano tra loro tutte le cose. Dunque, «non essendoci nell’universo parte più importante dell’altra, non è concesso all’uomo quel primato che lo prevede possessore e dominatore del mondo, ma semplice cooperatore dell’operante natura». 

All’enfatizzazione del soggetto, Bruno contrappone un percorso opposto: non il primato dell’uomo, ma «il primato degli equilibri sempre instabili e sempre da ricostruire tra soggetto e oggetto, tra uomo e natura». 

La sua “magia”? «Non è potere sulla natura, ma scoperta dei vincoli con cui tutte le cose si incatenano, secondo il modello eracliteo dell’invisibile armonia». Ed è la proposta filosofica di Bruno, «antitetica sia alla matematica sia alla religione». 

Alla legge dell’uomo occidentale sul Sigilli ermetici di Giordano Bruno Tutto, la “magia” bruniana si volge alla legge del Tutto: siamo parte della natura, non i suoi dominatori. E la nostra possibilità di felicità risiede nella complementarità attraverso cui possiamo combaciare con altri esseri, al tempo stesso naturali e divini.

Tra le idee straordinarie che Bruno ha consegnato alla modernità, aggiunge la Racci, è impossibile non citare le due opere in chiave ermetica che si presentano come veri trattati di arte della memoria, la mnemotecnica (“De umbris idearum” e “Cantus circaeus”). Ne sviluppa un’analisi sottile Gabriele La Porta, nel suo libro “Giordano Bruno. Vita e avventure di un pericoloso maestro del pensiero”: le immagini descritte dal filosofo non avrebbero solo il compito di potenziare e raffinare la memoria visiva, ma rivestirebbero anche un significato propriamente “magico”. «Infatti la loro contemplazione e la loro rammemorazione porterebbero in contatto con energie cosmiche primordiali, con la vera “quidditas” delle cose, con le realtà supreme e archetipe, infondendo nell’animo pace, quiete, serenità». 



Immagine correlataSecondo La Porta, Bruno si propone di suscitare una sorta di rivoluzione spirituale: «Seguendo le vie di un sapere esoterico, che ha tutti i caratteri di un’illuminazione, l’uomo si libera dai pregiudizi, dalle passioni negative, dagli egoismi, per diventare saggio, cioè in grado di percorrere la via della Forza, quella Forza che è trasparenza, libertà, verità».

Una vera e propria scienza futura, che i saggi come Bruno già conoscevano: «Una coscienza che comprende interamente il messaggio della Vita e soprattutto il ruolo cosmico, immortale dell’essere umano». Come non ricordare poi la sua vulcanica intuizione cosmologica? 

Giordano Bruno, aggiunge la Racci, fu il primo a dedurre che la vita intelligente è distribuita un po’ dappertutto nell’universo, «ponendo così le basi alla giustificazione dei trasferimenti di essa da pianeti in estinzione ma ad alto Gabriele La Portalivello di tecnologia a pianeti non abitati ma tali da consentire la vita». A ragione, Bruno viene visto come il primo ufologo: «Oggi le sue osservazioni sono considerate il punto di partenza per la ricerca di altre forme di vita nell’universo». 

Superando la rivoluzione copernicana, Bruno immaginava un universo infinito, popolato da un’infinità di stelle che, abbattute le muraglie del cielo fisso e finito, corrono per ogni dove. «Stelle come il nostro sole, ciascuna circondata da pianeti, su taluni dei quali prosperano altre intelligenze, creature viventi senzienti e razionali».

«Apri la porta attraverso la quale possiamo osservare il firmamento senza limiti», era il suo motto. «Così si magnifica l’eccellenza di Dio, si manifesta la grandezza de l’imperio suo: non si glorifica in uno, ma in soli innumerevoli, non in una terra, un mondo, ma in duecentomila, dico in infiniti». 

Un universo dunque senza limiti, dai caratteri divini: infinito lo spazio, infiniti i mondi, infinite le creature, infinita la vita e le sue forme. Per Manuela Racci si potrebbe chiudere questa riflessione, meramente propedeutica alla necessità di far risorgere le intuizioni bruniane, con un’asserzione efficace del geniale filosofo che più volte sostiene di essere la reincarnazione di Ermes, il messaggero degli dei, sceso per aprire gli occhi agli uomini. 

«L’umanità ha bisogno di persone che testimonino la possibilità della fratellanza, in nome della conoscenza e della ricerca». 

Obiettivo: «Gettare i semi per piante che fruttifereranno nel futuro». Non è possibile dire quando, «ma è importante lasciare un segno, dire parole, formulare pensieri, viver in una dimensione di segno opposto a quella dell’attuale imbecillità. E soprattutto, non scoraggiarsi».


Fonte: http://www.libreidee.org/2017/07/la-materia-e-pensiero-giordano-bruno-anticipo-la-scienza/

martedì 18 luglio 2017

Distruggere l'Italia impoverendo le persone - Agente Sisde svela il malefico piano contro gli italiani




Un Agente del Sisde racconta quello che accadrà presto in Italia.

In questo video un Agente del Sisde racconta i retroscena di una preparazione di dittatura che esiste ormai da circa 20 anni in Italia, dalla creazione della seconda repubblica, ma che probabilmente è in atto a livello mondiale da parecchi anni.

Parecchi uomini, singolarmente avevano scoperto i piani dittatoriali di una classe altolocata, che detiene il patrimonio dell’umanità, possiamo chiamarli Massoni, Illuminati, facenti parte del Gruppo Bilderberg, ma la sostanza non cambia, e che sono stati uccisi , e quello che questi uomini di “affari” vogliono, è creare dapprima il Caos, poi trovare le soluzioni, e successivamente in maniera graduale e sostanziale introdurre leggi ad personam per annullare definitivamente la libertà di scelta delle persone stesse.


Come l’agente del sisde racconta, questi potenti della terra , si sono riuniti insieme per creare un impero globale, e utilizzare il genere umano solo ed esclusivamente a loro piacimento, mantenendo il controllo e sfruttando al massimo le risorse della terra.




Nel video l’agente del sisde racconta (anonimo) e descrive quello che in Italia si sta facendo piano piano e ormai da parecchi anni:



"La prima cosa è stata prendere il controllo dei sindacati, pagati bene per nascondere ai lavoratori i veri problemi legati al lavoro. Non ti sembra strano che un presidente sindacale percepisca uno stipendio milionario e sia li per tutelare i salari miseri di un lavoratore? 

E’ come se al ministero dell’ambiente mettessero un petroliere.

Secondo punto da attuare è stata l’eliminazione dell’articolo 18, in questo modo , le grosse multinazionali, che piano piano stanno prendendo il controllo anche degli stati, visto che ormai il controllo dell’economia è stato preso, possono decidere di lincenziare una persona immediatamente anche solo se questa deciderà di scioperare per le sue condizioni di sfruttamento, con l’eliminazione dell’articolo 18 le persone ci penseranno 1000 volte prima di scioperare e perdere il posto di lavoro. 


Risultati immagini per sindacati padroni



Così facendo si annullerà del tutto il diritto di sciopero, e le aziende avranno il controllo totale della vita di un essere umano, potendo decidere orario di lavoro , guadagni e soprattutto tenore di vita della gente.

Terzo punto è quello di far passare il titolo di studio come superfluo, è già da tempo che molte persone nel proprio curriculum decidono di non mettere un titolo di studio o una laurea, perchè spesso le aziende rispondono con un secco “no” per un profilo troppo alto per l’impego. Tutto questo parte già dagli anni settanta, quando gli univeristari rappresentavano davvero uno scoglio insormontabile per i potenti, la troppa cultura danneggia i piani di queste canaglie.

Quarto punto , come l’agente del sisde racconta è quello di far diventare il superfluo alla portata di tutti e il necessario fuori portata della maggior parte della gente, ti sembra normale che una bottiglia d’acqua costi 2 euro e una coca cola 1 euro? 

Oppure che un biglietto aereo per Londra oggi lo puoi pagare 20 euro e un kilo di pane anche 5 euro?

Il superfluo sta diventando la merce di scambio perchè la gente possa accettare anche di lavorare la domenica e durante le feste."



Quello che potrebbe capitare all’Italia è qualcosa di drammatico, che sta già accadendo, serve solo capire quando , il come lo si è già capito , ma ti consiglio di condividere e guardare attentamente il video , prima che lo facciano sparire da Youtube, perchè l’agente del sisde racconta esattamente come poter evitare tutto questo.






Fontehttp://lamiaparteintollerante.altervista.org/agente-del-sisde-racconta-cosa-succedera-italia/

mercoledì 12 luglio 2017

Più di un milione di europei ha firmato per abolire il Glifosato dall'agricoltura


Risultati immagini per stop glifosato


Un milione e trecentoventimila firme per chiedere all'Unione Europea la messa al bando del temibile pesticida Glifosato della multinazionale Monsanto, sospettato inoltre di essere cancerogeno.

Bravi anche gli italiani che hanno raccolto oltre 73.000 firme, superando il quorum minimo di 54.000 firme in appena 4 mesi.


Segno questo che la volontà popolare è unita e motivata a salvaguardare la propria salute e quella della Terra.



Risultati immagini per stop glifosato



martedì 11 luglio 2017

Valdo Vaccaro: "La B12 è una truffa colossale"


Risultati immagini per valdovaccaro


PERCHE’ LA B12 E’ UN COLOSSALE IMBROGLIO



Una Medicina in rotta di collisione con la gente:

La Medicina ha fatto ormai il callo a mettersi in rotta di collisione con l’umanità, a inventare imbroglia sfornare diktat, a compiere clamorosi errori di percorso, ad organizzare montature e farse.
Dalle operazioni fasulle tipo la rimozione in massa delle tonsille, alle rimozioni sistemiche dell’appendice, ai tagli cesarei distribuiti a livello industriale, all’invenzione dell’AIDS e del Papilloma, alle pandemie vecchie e nuove da contrastarsi con altrettante vaccinazioni.

Ma una delle sue migliori perle sta proprio nell’aver preso una singola vitamina, la cobalamina B12, e nell’averla eletta reginetta delle vitamine, piazzandola sul trono della divinità.



La mitica carenza di B12:

Il mondo è pieno di gente quasi-vegetariana che però non rinuncia alla carne del tutto, terrorizzata com’è dalla mitica carenza di B12.
Non teme affatto di essere senza acqua biologica, che è 100 volte più grave, o di essere senza vitamina C naturale, faccenda che è 100 volte più seria.


Risultati immagini per b12
Si disinteressa del fatto che mangia poco di cose giuste, e tanto di cose sbagliate, che si muove poco, che non sa respirare e non sta prendendo sole, che è priva di poesia e di rispetto per il creato.
Quello che importa è una cosa soltanto: una bella assicurazione sulla salute, di nome B12.

La vita umana appesa al filo di questa assurdità sanitaria.
L’elezione a Miss di una tracagnotta e maleodorante vitamina.




Ha qualcosa di scientifico questa commedia? 

O non è invece una classica bufala?

Un’ennesima presa per i fondelli dell’umanità da Copenaghen a Città del Capo?

Lo abbiamo detto e scritto altre volte che la cobalamina è stata eletta dalle ineffabili autorità sanitarie Miss Vitamina non a caso.
Risultati immagini per b12 falso mitoL’hanno scelta bene. Slanciata, alta, sorridente, un bel paio di vispe tettine? Nemmeno per sogno.

Hanno preso la più piccola e la più tracagnotta, e per giunta dotata di cattivo odore.

Tanto tracagnotta da non riuscire nemmeno a scorgerla.
Fosse almeno una presenza spirituale rilassante. Non lo è per niente, legata com’è alla carne, alla cacca, alla cadaverina, alla putrescina, ai liquami neri, agli scarichi fognari.





Se in America uccidi un uomo, ti danno la sedia elettrica, ma se ne uccidi a grappoli, sei un eroe.




A chi dobbiamo questo ennesimo imbroglio? 
Tre lettere dicono tutto: FDA.

L’America è un bel paese davvero.
Se uccidi un uomo, puoi beccarti la sedia elettrica.
Ma se ne fai fuori migliaia, ti rispettano e ti osannano.
Sappiamo che tutti i sindacati della carne, del latte e del farmaco stanno ad Atlanta.

I direttori della CDC e della FDA vengono selezionati a loro volta con cura maniacale dalla Casa Bianca. Gli stessi inquilini della Casa Bianca sanno che per diventare presidenti e per stare comodamente in sella devono interagire in modo armonico con CDC ed FDA.

Il che spiega tante cose.


Se gli umani diventassero coprofagi, cioè mangiatori dei propri e degli altrui escrementi, il problema sarebbe risolto. Il livello di B12 scatterebbe verso la vetta (cosa da non auspicarsi comunque).
Siccome l’uomo è in genere una persona educata, civile, vestita ammodo, nonché dotata di gusti sopraffini, nessuno si abbassa a consumare le proprie feci.

Ecco allora che si spinge la gente a consumare la carne degli animali uccisi (che ha sempre nei propri tessuti delle tracce di cacca e di urina).

L’inadeguatezza del veganismo e l’indispensabilità della carne.


Risultati immagini per valdovaccaro
Nel caso dei vegani, chiudiamo un occhio per la loro maleducazione del non mangiare carne, ma almeno devono consumare gli integratori di B12, così si tiene in piedi l’industria farmaceutica ed in più si rafforza il concetto dell’indispensabilità della carne, e dell’inadeguatezza strutturale dell’alimentazione vegana, messa a nudo proprio dalle B12, visto che la sua controparte B9 (acido folico), che fa da vicariante vegetale della B12, siamo riusciti a tenerla ben nascosta alle genti ignoranti, Dio le benedica e le mantenga a lungo in quelle condizioni.
Questo è più o meno il Padrenostro che si recita giornalmente in zona Atlanta.


In effetti, non è nemmeno una questione di gente colta e di gente ignorante, ma semplicemente di gente succube dei bombardamenti mediatici sanitari, succube dell’autorità preposta alla malattia ed alla salute.

CDC dixit per il virus.
FDA dixit per la B12.

E’ anche una questione di pigrizia mentale.
Perché mai usare il cervello e faticare, se il sindacato mondiale dei farmaci, dei vaccini, degli alimenti lo fa già per noi, ed ha persino codificato tabelle con minimi e massimi, metodi di cura specifici, ideologie nutrizionistiche e terapeutiche ideali?

La cosa è andata avanti per anni e così gli invisibilissimi ed inesistentissimi virus vivi ed aggressivi, e la sfuggentissima reginetta B12, sono diventati l’asse portante della medicina moderna.

La scienza mondiale ha dimostrato per filo e per segno l’essenzialità della B12





B12 uguale Dio, virus uguale figlio di Dio.





Smontare l’imbroglio, e dire che la B12 è una miserabile burla equivale a bestemmiare.

Ecco allora che alla conferenza di Roma del 24 settembre, qualcuno accettava tutto quanto detto nell’incontro, ma non le nostre critiche alla B12, dato che la scienza mondiale ha dimostrato per filo e per segno l’essenzialità di tale vitamina.

Ecco allora il caso del mio amico Andrea di Udine, che non ama la carne ma non fa a meno di qualche affettato una volta a settimana.
Non a sostegno proteico (che non sussisterebbe con un miserevole panino carnivoro a settimana), ma come assicurazione B12 contro ogni forma di anemia, perché non si sa mai.

Una ossessione e una paura epidemica, paragonabile a quella dei virus

Chiamarlo malessere mentale è dir poco.
Questa è un’ossessione che richiederà anni di rieducazione alla logica, per essere debellata.
E’ indispensabile farlo.

Anche perché credere nella B12 significa non credere nella sinergia delle sostanze, significa pure non credere alla perfezione del creato.
Vi immaginate un Dio che dà all’uomo tutto fuorché la vitamina B12, per cui deve procurarsela accoltellando porcelli e vitellini, o correggersi con pasticche di integratori?

Se ne bevi una, finisci per scolare tutte le altre.

Se una persona cede su questi principi fondamentali, cede pure su tutto.
Finirà per bere tutte le altre balle che arrivano dai diseducatori.
Crederà al virus vivificato dalla cellula che si insinua nella stessa fino a farla esplodere.

Crederà al morto (il virus) che mangia il vivo (l’uomo).
Crederà nel batterio che gli divora il fegato ed il pancreas.
Crederà alla proteina nobile ed all’aminoacido essenziale che gli danno il massimo della potenza e della salute, e che non lo fanno invece carambolare nei reparti di oncologia e di cardiologia.

E’ indispensabile smontare questo inganno.

Crederà al ferro, ma solo a quello Eme, da bistecca di cavallo al sangue, ignorando che il segreto del corpo umano sta nell’assorbire le dosi minime ed assimilabili delle sostanze, quelle che stanno esclusivamente nel regno vegetale.

Crederà all’Omega3 da pesce, ignorando che gli Omega3 delle piante stracciano in qualità ed assimilazione quello della carne di terra e di acqua.

Ecco perché è necessario smontare tutto questo inganno.

Valdo Vaccaro – Direzione Tecnica AVA-Roma (Associazione Vegetariana Animalista)

– Direzione Tecnica ABIN-Bergamo (Associazione Bergamasca Igiene Naturale)



Fontehttps://www.valdovaccaro.com/2009/11/perche-la-b12-e-un-colossale-imbroglio/

domenica 9 luglio 2017

ITALIA: in 40.000 in piazza contro l'obbligo vaccinale

Free-vax Pesaro



Gli organizzatori erano partiti auspicando 2500 presenze. 
Nei giorni scorsi, il passaparola sui social network aveva fatto crescere le attese e aveva fatto pensare a un afflusso di 10mila persone. Nel corso della manifestazione free-vax dell’8 luglio, tuttavia, questa cifra è cresciuta in maniera esponenziale: 40mila secondo le prime stime della questura, comunicate sul palco dagli organizzatori. Il Parco Miralfiore di Pesaro è una vera e propria macchia arancione.



Si sono radunati per ricordare tutte le vittime dei vaccini e per protestare contro il ddl del ministro della Sanità Beatrice Lorenzin. Il popolo dei free-vax è tutto qui e ascolta i propri punti di riferimento, personaggi del mondo dell’informazione, dello spettacolo, della giustizia. Ma anche tanto associazionismo (tra gli organizzatori, oltre al network locale Colors Radio, anche Corvelva, Auret, Rav, Il Sentiero di Nicola, Comitato Salute e Diritti, Condav, Comilva) e alcuni esponenti dei movimenti free-vax di altri Paesi d’Europa.


L'immagine può contenere: folla e spazio all'aperto
Poca politica, invece, sul palco di Pesaro. 
Presenti soltanto il senatore di GAL Bartolomeo Pepe e Raffaella Sensoli, capogruppo del Movimento 5 Stelle in Regione Emilia-Romagna (per lei anche qualche fischio, causato dal dietrofront dei grillini sul tema in Parlamento). Chi, invece, ha raccolto applausi da rock-star è il giornalista Gianluigi Paragone, vero e proprio idolo dei free-vax. Il suo intervento è stato senz’altro quello più apprezzato dalla piazza.

E poi, il cantante Povia: la sua canzone I bambini fanno oh – con il testo modificato per l’occasione – è stata cantata da tutti. Apprezzati anche gli interventi di Diego Fusaro («la questione dei vaccini è una questione di interessi economici, di multinazionali e pensiero unico») e del giudice Ferdinando Imposimato, intervenuto con un video-messaggio. Cori e slogan hanno battuto il ritmo ai vari oratori presenti sul palco, sui cartelli si leggevano parole di incoraggiamento per Roberto Gava e Dario Miedico, i medici radiati a causa della loro posizione sui vaccini.

Sin dalle prime ore di ieri si era registrato un afflusso record. Tantissime le famiglie presenti con i propri bambini, circa 75 pullman provenienti da tutta Italia, molti i manifestanti che hanno deciso di pernottare in zona (per la gioia degli operatori turistici), diversi quelli che hanno scelto di accamparsi in tenda nei pressi del Parco Miralfiore. E gli organizzatori, tramite il loro portavoce David Gramiccioli, esultano.


Fonte: http://www.giornalettismo.com/archives/2622194/free-vax-pesaro-8-luglio

AMBURGO: Rivoluzione storica contro l'élite del Nuovo Ordine Mondiale


Risultati immagini per amburgo



Mentre in Italia si parla ancora del maxi concerto di Vasco Rossi e degli oltre 200.000 fans accorsi ad ascoltarlo, ad Amburgo migliaia di manifestanti europei sono scesi in strada per esprimere tutto il loro dissenso contro il G20 dei potenti del mondo, riunitisi tutti assieme per decidere il futuro del mondo sotto il loro dominio.

L'inaspettata ribellione di massa è esplosa in una feroce guerra civile tra cittadini europei e la polizia in difesa dei potenti.


Scontri, barricate, auto di lusso date alle fiamme in segno di protesta verso chi sguazza nella ricchezza, senza rispetto per quelle migliaia di poveri che soffrono a causa di un sistema maligno, altrimenti detto Capitalismo.


L'immagine può contenere: 2 persone, strisce
I Media asserviti al potere, ovviamente hanno trasmesso solo immagini caotiche, evidenziando la furia distruttiva della gente in rivolta, senza mai però parlare dei motivi che hanno portato i manifestanti a comportarsi in quel modo, ovvero le ingiustizie sociali che affliggono attualmente l'Europa: il lavoro precario, sottopagato, ricattatorio, deciso nel precedente G8 di Genova del 2001, quando i potenti della terra decisero che il mondo si doveva globalizzare con tutte le conseguenze di oggi...



Risultati immagini per giuliani estintoreMa allora la gente non capiva, vedeva solo un ragazzo ribelle tirare un'estintore, dimenticandosi così del meccanismo diabolico a cui sarebbe stata sottoposta da quel giorno a venire, la perdita totale della Democrazia a favore di governi non eletti al servizio di banche e multinazionali.


Ad Amburgo non è andata così invece, i cittadini scesi in strada erano a migliaia, tanto uniti nella lotta, da aver costretto i Big a fuggire in metropolitana, perché nemmeno la polizia è riuscita a contenere la rabbia popolare europea, segno di un chiarissimo malcontento generale.

L'immagine può contenere: una o più persone, persone in piedi, folla e spazio all'aperto
Tuttavia qualcuno ipotizza che la resa della polizia di fronte ai manifestanti non sia che un "piano" per giustificare l'introduzione del famoso esercito europeo non condannabile e con il potere di uccidere i manifestanti, l'eurogendfor, di cui si parla ormai da diversi anni.



Ci troviamo di fronte allora alla classica combo 
PROBLEMA - REAZIONE - SOLUZIONE?


Staremo a vedere.



Le immagini di Amburgo - Germania:


L'immagine può contenere: una o più persone, persone in piedi e spazio all'aperto



L'immagine può contenere: 1 persona, folla e spazio all'aperto



L'immagine può contenere: una o più persone, persone in piedi e spazio all'aperto



L'immagine può contenere: una o più persone, persone in piedi e spazio all'aperto



L'immagine può contenere: una o più persone



L'immagine può contenere: una o più persone e notte


L'immagine può contenere: una o più persone, persone in piedi, cielo e spazio all'aperto


Risultati immagini per amburgo

venerdì 7 luglio 2017

Italiani ansiosi di una nuova Dittatura - I risultati shock di un sondaggio

Immagine correlata


Articolo di scenarieconomici.it: 



Cari amici

abbiamo chiuso alle ore 8 di oggi 6 luglio  il nostro piccolo sondaggio con dei numeri impressionanti. 

Quasi  20 mila persone lo hanno visualizzato (dati Google Analytics), un numero abnorme anche per il nostro sito. I nostri strumenti di indagine con un controllo a campione hanno sostanzialmente validato la rappresentativita’ del campione evitando di contare voti multipli

La finalità del nostro sondaggio era puramente di indagine politico-sociologica: percependo un diffuso malcontento , volevamo capire quanto questo fosse profondo, quanta sfiducia avesse scavato nel nostro sistema politico e nel sistema parlamentare. 

La scelta poi del sistema maggioritario, che delega il potere non alla parte con maggiori voti in modo assoluto, ma a quella relativamente più votata, unita all’uso, o abuso dei voti di fiducia, ha portato sicuramente nella perdita di fiducia nel sistema democratico, come del resto indica anche l’avanzata dell’astensione.

In questa situazione abbiamo voluto fare una domanda paradossale per vedere chi sarebbe disposto a sacrificarsi a favore di questo sistema, chi rimarrebbe passivo spettatore e chi si impegnerebbe attivamente alla sua fine, anche senza avere un’idea di ciò che ne potrebbe risultare. 

Uno scenario estremo, il colpo di stato militare, ma è proprio negli estremi che si comprende il funzionamento di una regola. 

In questo riteniamo di essere dei semplici termometri che hanno misurato la temperatura politica di una società, ed il risultato è estremamente significativo.

Chiuso il sondaggio i risultati sono i seguenti :





VOTI TOTALI – 4791

RISPOSTA ASCENDEREI IN PIAZZA E MI OPPORREI, ANCHE IN MODO VIOLENTO NR 411  PARI AL 8,6%


RISPOSTA BSTAREI A CASA  E VALUTEREI L’OPERATO DEL NUOVO GOVERNO NR   973  VOTI PARI AL 20,3%


RISPOSTA C)  APPOGGEREI IN MODO ATTIVO L’OPERATO DEL GOVERNO MILITARE NR  3402  VOTI PARI AL  71,1%





Risultati immagini per dittatoreI risultati sono impressionanti, ed indicano una profonda sfiducia nel governo e nel suo operato, oltre che un distacco fortissimo dalle istituzioni. Una situazione molto diversa da quella che tutti i giorni ci propinano i media mainstream, ossequiosi nel mostrare cariche istituzionali ieratiche, autorevoli e quasi adorate. La realtà sembra ben diversa, ma potrebbe spiegare come mai la caduta di un politico , in Italia, finisca sempre nella melma: perchè vi è sempre stato.

Dai commenti pervenuti o fatti tramite i social media abbiamo da un lato avvertito la ricerca di un cambiamento, a qualsiasi costo, dall’altro una grande sfiducia che questo possa avvenire, il tutto scaricato in una grande negatività ed incredulità: le critiche al sondaggio, di per se, sono state pochissime, da contarsi sulle dita di una mano, se mai molti lettori hanno espresso

Per fortuna le nostre Forze Armate e di Polizia sono sempre fedeli, ed i loro ufficiali ben soddisfatti, per cui non c’è alcun pericolo per le istituzioni.

Grazie


Fontehttps://scenarieconomici.it/gli-italiani-vogliono-il-golpe-limpressionante-risultato-del-nostro-sondaggio/




Italiani ansiosi di una nuova Dittatura? 
A quanto pare si, perché si sa che in Italia è usanza tipica quella di delegare le proprie vite in mani altrui, al contrario, orientarsi verso una società pacifista e amorevole sembra l'ultima delle ipotesi,

Questo piccolo sondaggio ha dimostrato una cosa, gli italiani amano restare schiavi e ricevere ordini perché non sanno autogestirsi, essere responsabili per se stessi, gli italiani hanno bisogno di ordini ferrei, come i bambini, vogliono essere guidati come pecore, lo hanno sempre fatto dai tempi dell'Impero Romano.






martedì 4 luglio 2017

"Eppur si cura..." L'elenco dei medici eretici ai giorni nostri

Risultati immagini per medici perseguitati


CANCRO…EPPUR SI CURA!

(UN ELENCO - PARZIALE - DI RICERCATORI “.ERETICI




Articolo di Piero Cammerinesi:


Paracelso, Giordano Bruno, Galileo, Semmelweis, Marconi, Mendel, Meucci, Tesla…

Ogni tempo ha i suoi eretici da perseguitare… Il nostro tempo, in piu’, ha la presunzione di non averne!

Questo e’ l’elenco di quei “Profeti senza onore” che abbiamo avuto occasione di incontrare, e di documentare, in questi anni di lavoro. Alcuni sono morti, altri hanno dovuto autoesiliarsi, altri resistono e continuano a curare, a guarire, o - almeno - ad alleviare le sofferenze di tante persone.

Sappiamo che altri, tantissimi altri, esistono e lavorano con passione, anche se ancora non ne abbiamo avuto conoscenza. 
Ma di una cosa siamo certi: esiste un filo che li lega tutti quanti: il principio - oggetto di disputa già al tempo di Louis Pasteur e Claude Bernard - per il quale non occorre attaccare i germi, ma rinforzare l’organismo che da essi deve difendersi.

Disse Pasteur sul letto di morte: “il germe non e’ nulla, e’ il terreno che e’ tutto”.


Immagine correlataALBERT” E’ uno pseudonimo sotto il quale si nasconde (per evitare altre persecuzioni oltre quelle gia’ vissute) l’ingegnere italiano inventore del BIOTRON, una macchinetta grande come un pacchetto di sigarette che invia messaggi elettromagnetici ai tessuti, permettendo loro di ricostruirsi in modo normale e dunque di eliminare le cellule tumorali. Numerosissime sono le sue relazioni sui casi clinici trattati e le sue comunicazioni scientifiche che sono costantemente ignorate. Un interessante dossier su di lui è pubblicato dall’ARPC (Associazione Ricerca e Prevenzione del Cancro presieduta da Alberto R. Mondini).

Aldo ALESSIANI è un anziano medico romano che ha messo a punto una cura antitumorale basata su un prodotto naturale a costo zero che si chiama appunto “L’acqua di Alessiani”. 

Informo’ dei suoi risultati positivi il Ministro della Sanita’ dell’epoca (De Lorenzo). Fu convocato il 29 luglio 1993 da un sostituto procuratore della Procura della Repubblica di Roma che - racconta l’interessato - gli fece capire che a continuare su quella strada poteva rimetterci la pelle.

La sua ipotesi, formulata gia’ nel 1981, si basa sulla considerazione del tumore come malattia da “carenza”, e che la sua incidenza va di pari passo con l’aumento della statura media della popolazione. Nella sua acqua sono disciolti dei “terricci” ricchi di sostanze naturali che non assumiamo piu’ attraverso l’alimentazione. Un interessante dossier su di lui e’ pubblicato dall’ARPC.


Joaquin AMAT LARRAZ Medico. 
Risultati immagini per Joaquin AMAT LARRAZOpera da anni in Spagna, vicino a Barcellona, dove ha un day hospital. Il prodotto che usa sia per diagnosi che per terapia si chiama “Amatrisan”. E’ a base di urea, regola la malattia di base, distrugge il tumore per autolisi e mette in moto il meccanismo infiammatorio che fagocita questa carne morta. Interviene sul pH riequilibrando il rapporto acido/basico. In tanti malati fanno la fila da tutta Europa per essere curati da lui. Ha scritto un libro, e lo ha inviato a tutte le piu’ importanti Facolta’ di Medicina dell’Europa e delle due Americhe, che si chiama “Cancer, Teoria biochimica e pratica clinica”.

Padre Vittorio BARONI Nacque il 30 luglio 1911 a Vecchiano, in provincia di Pisa, ed e’ morto a Siena il 7 gennaio 1990. 
Ha operato per anni con la fitoterapia e radiestesia applicata all’indagine diagnostica. Ha conseguito rilevanti risultati scoprendo le proprieta’ ancora sconosciute di alcune piante. Nello stesso tempo ha sviluppato una spiccata sensibilita’ radiestesica esercitandola particolarmente nella diagnosi e nella cura dei mali del secolo. In particolare del cancro. La sua si chiama cura fitoradiestesica. Il suo testo “Dodici piante per i mali del secolo” è ormai un classico.

Alberto BARTORELLI Medico. Professore universitario. Studia un prodotto anticancro che chiama Uk 101 e che sale alla ribalta delle cronache nel 1995. L’Uk 101 si colloca nell’ambito dell’immunoterapia ed è una proteina che va a combattere la patologia tumorale, con risultati particolarmente positivi nei tumori della mammella e del colon. 

La polemica, anche in quel caso, da parte dei super-esperti, si fa rovente. Ma alla fine, grazie all’interessamento di un Ministro della Sanita’ (Guzzanti) di un insolito livello intellettuale e morale, viene ammesso alla sperimentazione. Mercoledi’ 24 dicembre 1997 il direttore del quotidiano “La Repubblica”, a proposito del caso Di Bella, dichiara: “Trent’anni fa un altro medico, anzi: un veterinario, Liborio Bonifacio, notò che le capre non avevano tumori e distribui’ in giro un suo siero. Dire che venne fortemente osteggiato e’ un eufemismo, eppure e’ soprattutto grazie alle sue intuizioni che oggi c’e’ l’Uk 101”.



Luigi DI BELLA Medico. Professore universitario. Riteniamo superfluo descrivere il suo protocollo terapeutico in quanto gia’ ampiamente diffuso da tutti gli organi di informazione. Anche Di Bella, nonostante le migliaia di pazienti testimonianti la positivita’ dei suoi metodi, e’ stato e continua ad essere osteggiato con tutti i mezzi, morali, materiali e fisici. Un interessante dossier sulle persecuzioni da lui subite e’ pubblicato dall’ARPC.


Emilio DIDO e Francesco BORGHINI Curano usando delle soluzioni a base di acqua distillata trattata in modo da ricevere delle frequenze elettromagnetiche specifiche di un tessuto: quelle del sistema nervoso, quelle del sistema endocrino, quelle del sistema immunitario e così via. Mentre nei farmaci l’energia e’ data dalla molecola del farmaco, in questo caso l’energia e’ negli ioni idrogeno dell’acqua. L’acqua cioè viene, per usare un termine forse improprio, “informata” per raggiungere l’obiettivo che si è prescelto.

William B.COLEY Medico. Si può considerare il padre della immunoterapia antitumorale. Dalla fine del secolo scorso, per oltre 40 anni, utilizzo’ un cocktail di tossine batteriche (Serratia Marcescens e Streptococcus Pyogenes) nella terapia del cancro, ottenendo risultati notevoli (remissioni nel 45-50% dei casi). Queste tossine provocavano una forte reazione febbrile nei paziente che ne stimolava le difese immunitarie.


Risultati immagini per Essiac erbe
Rene’ CAISSE Cura a base di Essiac. Si tratta di un antico infuso di erbe utilizzato nei secoli dagli indiani Ojibway nel Canada e riscoperto negli anni ’20 da Rene’ Caisse. La parola Essiac non e’ altro che il cognome Caisse al contrario. Da allora centinaia di malati di cancro dichiarati terminali furono curati con successo. Sull’argomento sono stati scritti numerosi libri.

Max GERSON Medico. Dì origine tedesca ma emigrato in USA, mise a punto un trattamento del cancro basato su una particolare dieta ricca di succhi di frutta e verdure e povera di sodio e sulla somministrazione di soluzioni di minerali (soprattutto potassio e iodio), ormoni tiroidei ed alcune vitamine. Questo trattamento ha dato buoni risultati ed è ancora applicato nella clinica Gerson a Tijuana (Messico).

S. Seçkiner GORGUN Ha messo a punto un apparecchio elettronico a bassissima potenza per la cura dei tumori solidi, con risultati sorprendenti. Tale macchina e’ stata sequestrata piu’ volte e per lunghi periodi dalla Magistratura a seguito di varie denuncie. 

Tutto si e’ sempre risolto con assoluzioni o “non luogo a procedere”; nonostante cio’, quella “magistratura parallela” che si chiama Ordine dei Medici ha espulso con infamia il prof. Alberto De Renzo, che e’ il medico che collabora dal 1986 con il dott. GÖRGÜN. Un interessante dossier su di lui e’ pubblicato dall’ARPC.

Ryke Geerd HAMER Il prof. Hamer (padre di quel Dirk Hamer ucciso in Corsica da Vittorio Emanuele di Savoia), medico, laureato in Teologia, Fisica e, naturalmente, in Medicina, puo’ senza dubbio essere definito il Paracelso di questo secolo. Perche’, oltre a mettere in discussione i paradigmi basilari della Medicina Ufficiale, attacca in modo estremamente polemico tutta la classe medica. “Avevo cercato il cancro nella cellula e l’ho trovato in un errore di codificazione nel cervello”: cosi’ inizia uno dei suoi libri che si titola “Genesi del Cancro”. 

Al termine del libro, dove spiega nei dettagli l’origine e riferisce gli esempi curati (decine di migliaia di casi!) secondo questa sua nuova teoria, riporta la Tavola della Legge Ferrea del Cancro in cui si specifica la localizzazione del cancro, il tenore del conflitto che starebbe all’origine della sua comparsa, i termini della sua manifestazione, la posizione del focolaio tumorale nel cervello, ed i passaggi successivi fino alla possibile guarigione. Oggi e’ in prigione in Germania, condannato ad oltre due anni di galera perché pratica la sua terapia basandosi su questa teoria. I tempi di Galileo non sono finiti. Ritorneremo a parlarne più diffusamente.

Wilhelm REICH Collaboratore di Freud, ha dato un contributo essenziale alla psicanalisi dalla quale piu’ tardi si stacco’ per condurre le sue ricerche sull’energia vitale. Una parte importante delle sue ricerche riguardo’ i tumori. I topi cancerosi messi nell’ORAC (accumulatore di energia orgonica) guarivano. Scopri’ che lo stress ed i conflitti (anticipando di alcuni decenni una parte della teoria di Hamer) hanno una grande importanza nella genesi di questa patologia. Reich, manco a dirlo, fu perseguitato, incarcerato, i suoi libri furono bruciati e fu proibito l’uso delle sue apparecchiature scientifiche. Eravamo nella democratica America degli anni ’50...