domenica 4 giugno 2017

Hanno ucciso Mauro, l'eremita che aveva rinunciato al caos moderno per vivere felice tra i boschi

Mauro Pretto, ucciso nella sua casa nella Val di Gazzo



Hanno assassinato Mauro Pretto, un uomo di 47 anni che aveva fatto della libertà la sua ragione, Mauro infatti viveva solo in una casa sperduta tra i boschi di Vicenza, tra secolari castagni e natura incontaminata, lontano da fabbriche opprimenti e dalla cementificazione delle città urbane.

Mauro era noto anche come "l'eremita" , poiché sentiva la necessità della solitudine e ritornava alla "civiltà" solo per necessità, svolgendo brevi e saltuari lavori di giardinaggio, di falegnameria e di taglia legna per terzi privati, quel poco che gli bastava insomma per procurarsi il necessario per vivere.


All'eremita moderno del nord Italia non interessava il posto fisso, la famiglia, gli acquisti superflui, il dipendere dalle comodità e i confort della vita moderna o l'aspettare con ansia la domenica dopo una settimana di stress, Mauro era diverso, viveva semplicemente alla giornata, applicando ogni giorno ciò che tanti italiani sognano di fare, uscire dal sistema, e forse è proprio per questo che Mauro dava fastidio a qualcuno, ma la mia è solo un ipotesi.

Mauro è stato ucciso a fucilate quando ha aperto la porta di casa a qualcuno che precedentemente aveva bussato tendendogli una vigliacca trappola. L'eremita vicentino era noto per la sua attività di ambientalista e non mancava mai a presentarsi quando c'erano da salvare degli alberi dagli aggressivi dagli dell'uomo moderno amante del disboscamento.



Risultati immagini per Mauro PrettoMauro era uno di quelli che c'è l'aveva fatta davvero a rinunciare alla vita capitalista, difatti lo si vedeva spostarsi solo a piedi o in bicicletta, ma il giovane eremita sapeva anche mantenere saldi rapporti sociali, come racconta l'amico in lacrime che lo ha trovato morto a terra che racconta di quando era malato e faceva la chemio, aveva perso tutti i capelli, e il suo amico eremita avendolo visto piangere disperato, aveva deciso di ritornare a trovarlo il giorno seguente con i capelli rasati per farlo sorridere e non farlo sentire diverso.




Un uomo solitario che aveva rinunciato al mondo moderno, ma che aveva un cuore grande.





Gino Bertese, un conoscente racconta al giornalista del Corriere della Sera che nei giorni successivi al delitto dell'eremita accadevano fatti strani:

 «Vede laggiù, c’era un pescatore con una canna. Peccato che nel torrente non ci sia acqua. Boh».


Insomma chi ha ucciso un uomo libero e perché?

Che fastidio poteva dare un uomo che aveva rinunciato al mondo civilizzato e alla corsa al possesso? Forse le sue lotte ambientaliste?





65 commenti:

  1. Hanno paura che qualcuno dia l'esempio che si puo' vivere anche da persone libere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effetto domino. Sr tutti ci liberassimo dallo schiavismo sociale sarebbe la fine per chi vuole distruggere l'umanità.

      Elimina
    2. la penso anch'io così... e penso che sia QUESTO il vero terrorismo

      Elimina
    3. Certo, nei commenti ad un blog tutti eco-fanatici. Volete vivere come mauro? non ci vuole niente. Chiudete il computer, posate il cellulare, uscite di casa e buttate le chiavi. Che ci vuole? Dai, vediamo da domani quanti nuovi giovani eremiti ci saranno.

      Elimina
    4. Hanno paura di chi ha il coraggio di non piegarsi......onore a questo'uomo!

      Elimina
  2. La libertà è la minaccia più grande per l'elite, e per questo enorme penitenziario che chiamiamo società moderna.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo la libertà è l'arma che dovremo usare in tanti prendendo ad esempio il povero Mauro...rip... Se fossimo in tanti non potrebbero farci fuori tutti... Abbasso l'elite abbasso il controllo globale...

      Elimina
    2. A CHI GIOVA LA SUA MORTE?
      INDAGATE E SCOPRIRETE L'ASSASSINO.

      Elimina
    3. Samuele matteoni5 giugno 2017 00:18

      La libertà fa paura! Ora (mai) siamo schiavi di un progetto di schiavitù iniziato nel periodo della guerra che ha trovato la ciliegina sulla torta con il job act togliendo il diritto di scioperare al lavoratore per non perdere il lavoro. Siamo tutti costretti a scendere a compromessi pur di lavorare a condizioni sempre più avvolgenti, mentre i beni di prima necessità aumentano in modo sconsiderato. Questa persona era libero quindi un problema... riposa in pace anima libera

      Elimina
    4. ...si sarà scopato la donna di qualche permaloso...

      Elimina
    5. Di sicuro tua moglie.

      Elimina
  3. Mi ha colpito questa notizia folle. Questa società corrotta ci vuole schiavi, se nn fai parte di questa falsa e sballata società , sei un nemico. Nn capisco perché hanno tolto la vita a questo pover'uomo

    RispondiElimina
  4. Era fuori dal controllo del sistema tramite internet cellulare Facebook TV ecc ecc una persona così libera è un pericolo per la società, perché tutti lo copieranno.............

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. Più semplicemente mi sa che ha dato noia a qualcuno che possedeva un fucile.

      Elimina
  5. Riposa in Pace Grande Uomo Libero ��
    Lillo.

    RispondiElimina
  6. Lui era un esempio per tutti, qualcuno ha voluto dare un esempio a tutti?....RIP

    RispondiElimina
  7. Ma tutti questi commenti che osannano la libertà non vi fanno riflettere? Tutti parlate di società moderna come schiavitù, ma quanti hanno il coraggio di sottrarsi a tale schiavitù vivendo come Mauro? Allora perché non iniziate con l'essere meno ipocriti? Sarebbe davvero un bel modo per onorare Mauro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero. Quando sei da esempio dai fastidio , lui ha avuto il coraggio di fare le sue scelte ma a tanti di noi non è possibile scegliere, ci stano avvolgendo in una ragnatela gigantesca e anche se lo sappiamo nessuno ha il coraggio a farsi avanti.

      Elimina
    2. Io sono convinta che capire, e riconoscere che quella è la strada giusta, sia un passo importante. Non bisogna sempre puntare l'indice su tutti...Ma c'è solo da augurarsi che ci rimanga ancora tempo

      Elimina
    3. vivo in mezzo ad un bosco da diversi anni, coltiviamo, ci scaldiamo con la nostra legna e cerchiamo di andare a contatto con il mondo civilizzato il meno possibile ... delle volte devo scendere per monetizzare. Concordo totalmente con il tuo commento, troppa ipocrisia e pochi fatti. Buona giornata

      Elimina
    4. Sarei curiosa se tutti loro che lodano il distacco della società moderna, lo fanno anche quando hanno una benicite da operare, o poi invece la moderne civiltà va comoda? Anche p c'è un sacco di ipocrita...Io credo la cosa giusta sta in mezzo..

      Elimina
    5. Commentare un blog è il meno possibile? A posto...

      Elimina
  8. Assurdo ok l'élite il controllo globale ma c'è qualcosa di più per ucciderlo così vistosamente.Altrimenti lo avrebbero ritrovato morto nel bosco in cause sempre particolari ma non a fucilate. ..

    RispondiElimina
  9. e'possibbile che una persona non puo'vivere libero ,fare come gli pare senza il giutizio di tutti? e'stato tradito per invidia

    RispondiElimina
  10. Finché la gente comune ha rispetto dei ladri e dei pagliacci ed è disinteressata da chi fa scelte così estreme ...

    Mauro è stato ucciso da questa assenza totale di valori

    Fosse stato figlio di una famiglia bene il colpevole si trovava!

    Ma non pippava con Lapo, ne infantili balli come Vacchi

    RispondiElimina
  11. A nessuno viene in mente l'ipotesi che il suo 'stile di vita' non centra una fava con il movente dell'omicidio ? Probabilmente un fucile è una classica arma della zona .. e il fatto che sia stato sparato alla porta lascia pensare alla premeditazione .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ovvio ma sai che adesso sono tutti esperti complottisti... Poveri fessi e trovane uno che sia in grado di staccarsi da tv pallone e aperitivo...

      Elimina
  12. "Un uomo solitario che aveva rinunciato al mondo moderno" ma faceva la chemio coi soldi dei contribuenti...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cancello, ho letto male l'articolo....

      Elimina
    2. dovresti sapere che il cancro e' cura per tutti gratuita

      Elimina
    3. Anche se l avesse fatta lui la chemio con i soldi dei contribuenti che problema c'era?ti piace pagare le tasse per I porci politici e ti stai zitto e ti ribelli per uno che ha avuto piu'fegato di noi schiavi del sistema?vergognati le vure non si negano a nessuno!

      Elimina
  13. A me gli estremi i non piacciono,ne dà una parte ne dall'altra.

    RispondiElimina
  14. Mi piacerebbe pensare che qualche bella penna scrivesse un libro su Mauro e rendesse immortale il suo esempio di scelta di vita semplice, piena, alternativa e coraggiosa.
    Credo che a muovere la mano assassina dietro ci sia o un folle o interessi economici.
    Spero che l'assassino paghi con il carcere.
    E che Mauro voli libero e in pace!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io invece una teoria ce l'ho,ma non potro' mai dimostrarla e forse neppure gli inquirenti,comunque restano tracce se uno spara,forse ha avuto una lite con uno di passaggio,e la cosa e' degenerata,o ha notato nei paraggi qualche traffico strano...o forse vecchie ruggini con gente del posto...anni fa' un amica esperta di montagna che era all'universita' con me e' stata ammazzata sopra Feltre,era un esperta di montagna,a 24 anni dall'omicidio ancora nessuno ha mai trovato il colpevole.

      Elimina
    2. Puoi dirmi qualcosa in più di quello strano omicidio? Grazie. Ciao Nanni Dorigo Amicofragile49@gmail.com

      Elimina
    3. ecco giusto, Mauro è stato spettatore ignaro di qualcosa che non doveva vedere . stop..

      Elimina
  15. potermi ritirare in una casa nel bosco era anche il mio sogno, ma intuivo dei rischi. dopo questo fatto le mie paure si sono materializzate. Non mi sembra che ci siano ingagini vere, sperano che tutti se ne dimentichino, pubblichiamo sui social teniamo vivo l'interesse per trovare l'assassino: bisogna seguire i soldi, gli interessi.

    RispondiElimina
  16. Coraggioso Mauro, grande amante della Libertà. Vittima del sistema attuale che possiamo sconfiggere solo unendo le nostre forze di spiriti liberi. Come unirci? Si chiama Progetto Pegasus, è una rete mondiale di arcipelaghi liberi, senza frontiere, che non combattono il vecchio sistema ma ne costruiscono uno nuovo. Leggete qui: http://www.youdream.info/Arksailor.html

    RispondiElimina
  17. Basta stronzate. Sarà stato ucciso da qualcuno per una rapina finita male, cazzo centrano i poteri forti.

    RispondiElimina
  18. Puo' darsi ci fosse un movente ma pottebbe essere stato anche uno per il gusto di uccidere. Nei boschi si vanno spesso a nascondere dei balordi e non e' la prima volta che in quelle montagne uccidono gente in case isolate. Povero Mauro, rip

    RispondiElimina
  19. Ma quali poteri forti , si sarà trombato la donna sbagliata come capita spesso.

    RispondiElimina
  20. Io dico che la sua lotta contro il disboscamento selvaggio non sia andata giù a qualcuno che sta più in alto...però non conoscendo la situazione è difficile da dimostrare

    RispondiElimina
  21. Donna? Non credo, nessuno arriverebbe a tanto. Rapina? Non ha proprio senso, e sopratutto farla armati di fucile in una catapecchia del genere...
    Molto piu' onesto sarebbe dire che forse si tratta di un caso fortuito, ossia si trovava al posto sbagliato nel momento sbagliato. Da un'analisi del profiler infatti, sia come modus operandi che come stile d'esecuzione, si direbbe piuttosto che ci troviamo di fronte ad un'altra vittima di Igor "il russo". Non fosse altro che media e forze dell'ordine lo hanno gia' dato come quasi sicuramente scappato in Serbia...

    RispondiElimina
  22. Mi dispiace per questo signore... e per il "C'É l'aveva fatta"...
    R.i.p itaGliano

    RispondiElimina
  23. Ha sicuramente visto qualcosa che non doveva vedere senza però capirne l'importanza (data la sua estraniazione dalla società), conosceva l'assassino, motivo per il quale ha aperto senza le dovute precauzioni (cose che un uomo paranoico ed isolato dalla società avrebbe fatto), il pescatore nel torrente vuoto serviva come palo e possibilmente era in diretto contatto telefonico con l'assassino così da avvisarlo prontamente in caso di imprevisti. Basterebbe controllare quali telefoni si sono agganciati ai ripetitori vicino la casa circa mezz'ora prima dell'omicidio. L'assassino è un paranoico (motivo per il quale ha sparato più di un colpo), ma sicuro di farla franca perché non ci sono prove riconducibili subito a lui. Il fucile è ancora nascosto, possibilmente nel torrente vuoto così che quando verrà trovato (se verrà trovato) sarà ormai troppo deteriorato dall'acqua del torrente che si sarà riempito

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dovresti leggere più articoli di cronaca, sai quanti casi risolveresti così...

      Elimina
    2. Guarda, tra tutti i commenti assurdi "vittima del sistema" , "ucciso dai poteri forti" , "dava fastidio perché libero"...almeno quello di Davide è plausibile. Se pensate davvero siano stati i "poteri forti" o "le lobbies di sto cazzo" allora forse conviene non aprirle minimamente le indagini. Ma quanto siete messi male?! È chiaro che ha visto qualcosa che non doveva o si è trovato sul percorso di un balordo.

      Elimina
  24. ..ma no non siete schiavi, siete pecorelle,
    pure l'idiozia nei commenti ci avete omologata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'unico che ha coscienza di ciò che scrive.

      Elimina
  25. Secondo me sono stati i taglialegna

    RispondiElimina
  26. non c è più rispetto per la vita di nessuno da parte di tutti noi,in qualsiasi forma e pensiero. la società di cui ne facciamo parte produce questo ,penso che i bracconieri o abbiano ucciso.certo che chi l ha ucciso la pagherà in un modo o l altro o la discendenza.

    RispondiElimina
  27. Bastardi maledetti, giustizia sommaria contro queste merde, ammazzano la gente è scappano, codardi, fatevi riconoscere, merde umani, vermi viscido e putridi , non meritate di vivere 1 minuto in più, fatevi riconoscere maledette merde.....

    RispondiElimina
  28. offrono prestiti tra particolare serio e onesto
    (Loredanadimaio13@gmail.com)

    Buongiorno . Individuale purtroppo vista rifiutato di banche di credito per chiudere varie cause. Tu sei speciale, onesto e di buon carattere. Si dispone di un reddito che può aiutare a venire a portata di pagamenti mensili; Non dovrai più preoccuparti io sono un individuo con un capitale molto elevato e voglio mettere a vostra disposizione un prestito rimborsabile in un periodo massimo di 30 anni. Offro prestito a chiunque in grado di ripagare con gli interessi del 2% a seconda della quantità richiesta e il termine di rimborso. Quindi, se avete bisogno di fare un prestito contattarmi tramite e-mail: loredanadimaio13@gmail.com

    RispondiElimina
  29. Buongiorno
    Io sono una particolare offerta prestiti ai privati ​​che
    bisogno di trattare con difficoltà finanziarie e sbloccare la situazione che
    sì che le banche dal rifiuto dei loro pacchetti applicativi prestito
    .Sono un esperto finanziario in grado di fare prestiti
    hanno bisogno e con le condizioni che rendono la vita più facile.
    facciamo prestiti che vanno da € 3000 a € 2.000.000 per i tassi di interesse
    2% a seconda dell'importo richiesto .Contatti me e mi ha lasciato
    conoscere l'importo che si desidera prendere in prestito.
    In attesa di sentire da voi. Vi prego di contattarmi direttamente al mio
    mail: loredanadimaio13@gmail.com

    RispondiElimina