lunedì 27 giugno 2016

La Valle della Luna, una comunità Hippie perseguitata dal potere



La Valle della Luna si trova in una piccola penisola (Capo Testa) nell'estremo nord della Sardegna, ed è conosciuta dagli anni '60 come punto di ritrovo degli hippies.

Il nome di questa valle è dato dalla particolare conformazione geologica del luogo, formato da sette valli divise tra loro da imponenti roccioni di granito.

In questa valle la Natura nel corso dei millenni ha creato delle confortevoli grotte, dove dagli anni 60 si sono stabiliti alcuni Hippie in fuga dalla città e il degrado di una vita frenetica alla perenne rincorsa di denaro e beni materiali, che ancora oggi vivono a stretto contatto con l'ambiente circostante.



Chi è stato almeno una volta sulla Valle della Luna, può affermare di aver provato un grande senso di pace e di serenità, dato soprattutto dall'aversi lasciato alle spalle, almeno per un pò, l'odissea della civiltà dei consumi.

La grande valle appartiene ad un privato dal cuore d'oro, che al posto di recintarla e privatizzarla, come la tradizione schiavista vuole, decise invece di renderla pubblica e accessibile a tutti.


Inutile dire che la Valle della Luna attrae turisti dal tutto il mondo, la maggioranza dei quali ricercano il contatto umano di una comunità aperta e disponibile, impossibile da trovare altrove, dove ogni angolo è stato privatizzato e la gente è di mentalità chiusa.

Da Maggio a Settembre si festeggia la luna piena con dei grandi falò, musica estemporanea e giochi con il fuoco. 
In particolare la luna di Agosto è da non perdere!

Ora gli abitanti della Valle della Luna sono a rischio sfratto, a qualcuno non va bene che esistano delle persone indipendenti che vivano senza reddito e senza fissa dimora, quindi stanno cercando in tutti i modi di "demonizzare" la comunità, accusandola di abuso edilizio, come potete leggere in questo articolo: http://www.olbia.it/olbia-noi-con-salvini-contro-comunita-hippy-cala-grande-olbia-18-06-2016/

Daniele Reale



Articolo di tesorisardi.com:


L’articolo sul quotidiano on-line olbia.it riporta la denuncia di un circolo politico, chiamiamolo proruspa per non fare nomi..

“Da più di quarant’anni, una comunità di figli dei fiori vive nella cosiddetta Valle della Luna, seguendo i dettami della ruvida e maestosa natura circostante; d’estate il gruppo diventa più folto, per via dei numerosi campeggiatori, ma durante il resto dell’anno resiste solo il nocciolo duro della comunità. 


Il circolo denuncia questa situazione, affermando che la comunità impedisca la fruibilità del luogo, e produca un degrado per via del campeggio abusivo; inoltre, continuano i rappresentanti, ci sarebbe un problema di distruzione dell’ambiente e delle grotte naturali, ad opera degli abitanti che le avrebbero trasformate in vere e proprie abitazioni, deturpandole o compiendo abusi edilizi. 

Ogni anno, soprattutto in estate, le forze dell’ordine effettuano sopralluoghi battendo a tappeto tutta la zona, ma secondo il circolo questo non basta..” (olbia.it)

Ma ci siete mai stati alla Valle della Luna?

Così Ilaria Serra che ha visitato personalmente il luogo racconta la sua esperienza protestando contro queste azioni a dir poco ridicole:


"Sono Stata alla valle della luna qualche mese fa, capitata li per caso. Mi hanno accolta come una figlia, offerto il caffe e portata a visitare la zona. Quindi non parlatemi di impedimento alla fruibilità del luogo. Non ho trovato nessuna inciviltà da parte dei residenti.

Mi hanno raccontato cosa fanno durante le loro giornate, del loro amore per la natura, del perché sono arrivati fino a li. sono persone con situazioni alle spalle disperate che hanno trovato finalmente un luogo di pace. tutte le mattine loro puliscono la valle dall'immondizia che i VISITATORI lasciano in terra. 


Per abitudine e inciviltà, lo ammetto, ho buttato una sigaretta in terra e sono stata ripresa. Quindi non venitemi a dire che il problema è il degrado. Mi hanno fatto vedere le loro “case” come dite voi…nient altro che grotte dotate di qualche comfort che sicuramente non è quello della tv, del riscaldamento o della cucina che avete voi. 

Non hanno cambiato ne deturpato ciò che la natura gli ha offerto ma bensì ci convivono in armonia e prendono quello che il mare gli porta per fare un posacenere o quello che il vento gli porta per fare una statuetta. 

Quindi non parlatemi nemmeno di abuso edilizio. 



Avete mai parlato con un abitante della valle della luna? 
Gli avete mai guardato negli occhi? gli avete mai chiesto di raccontarvi la loro storia? o vi siete fermati solamente a guardare i suoi capelli e i suo vestiti mentre scendeva a piedi in paese per fare la spesa e passava di fronte al bar dove voi uomini con risvoltini e donne con le unghie laccate stavate sorseggiando uno spritz e scorrendo nella home del vostro i-Phone

La verità è che siete dei bigotti, andate tutte le domeniche in chiesa e poi al vostro vicino gli sputate in faccia. Cosa vi brucia? che loro abbiano trovato la felicità? Se volete cacciarli via almeno cercate delle scuse migliori.


IO STO CON GLI ABITANTI 
DELLA VALLE DELLA LUNA.

Per favore aiutatemi a divulgare questo messaggio. Condividete e chiedete di condividere in modo che chi non sa sappia…e chi non capisce capisca. Grazie. (Ilaria Serra)


Fontehttp://www.tesorisardi.com/conoscete-la-valle-della-luna-e-quello-di-assurdo-che-sta-succedendo/

19 commenti:

  1. concordo in parte quello che ho letto, devo però aggiungere la mia e cioè che dovrei essere libero di visitare la valle senza incontrare cani grossi liberi senza guinzaglio e museruola appartenenti ai punk bestia.Conosco la valle dagli anni 70 e devo dire che sono 10 anni che non ci vado da l'ultima volta ho visto realmente il degrado e la maleducazione da parte di alcuni "frequentatori" che non si rendono conto di essere ospiti e che nulla gli è dovuto, anzi dovrebbero ringraziare chi gli ospita e tante volte sopporta per la bizzarria di alcune loro azioni. Finisco dicendo che quando acquisterò la valle le regole cambieranno e che nessuna pietra dovrà essere spostata, ospiterò ma con delle regole chi pensa di poter vivere senza e non pensa che una comunità ha bisogno di regole per poter rispettare tutti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E QUANDO LA COMPRI?

      Elimina
    2. La grande valle appartiene ad un privato dal cuore d'oro, che al posto di recintarla e privatizzarla, come la tradizione schiavista vuole, decise invece di renderla pubblica e accessibile a tutti.E tu pensi che la possa vendere ad un idiota come te, che dice cazzatte?Alcuni frequentatori che dici tu,avranno visto la tua faccia e si saranno comportati di conseguenza,o sicuramente era qualche turista di passaggio che non ha minimamente a che fare con le anime pure e anticonformiste che vivono quel luogo fantastico!!

      Elimina
    3. Anonimo. una persona che frequenta questi luoghi e queste persone non si preoccupa dei cani delle museruole o dei guinzagli qual'è il problema se siamo figli dei fiori?forse le regole le vuoi mettere per fare un bel business. Preferisco che tutto resti com'è

      Elimina
  2. Avete il mio supporto morale e se ne avessi i mezzi contribuirei con somma gioia anche alle spese legali. Purtroppo sulla mi

    RispondiElimina
  3. ...mia terra e schiena la ruspa dei mafiosi speculatori e' gia passata, distruggendo la mia fabbrica

    RispondiElimina
  4. ...e casa con tutto il contenuto e mettendomi in mezzo alla strada per mancanza dei mezzi per difendermi in tribunale...

    RispondiElimina
  5. Si dai asfaltiamo la via d accesso, facciamo un gran parcheggio a pagamento,15€ a giornata, facciamo un grande albergo di lusso da 500€ a notte, e riempiamo la spiaggia di ombrelloni e lettini a 20€ a persona, cosi finalmente potrà andare chiunque e guadagneranno tutti!! andate affanculu luridi pezzi di merda, e lasciate il mondo come si trova!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Valle è un esempio di cultura e civiltà... soltanto della gente di mer*a può volerli sbattere via! Forse gli rode di essere schiavetti al serivzio delle banche?

      Elimina
  6. Sono felice di sapere dell'esistenza di questo posto,ringrazio le persone che hanno deciso di trovare la propria via e dimmensione,ho visitato il villaggio hippi in svizzera a Cess ed anche li' le oppinioni sino diverse ed in contrasto,bella la libera oppinione,e che la liberta' di esserr diversi possa espandersi.grazie ti amo.

    RispondiElimina
  7. oggi, per chi vuole essere libero, c'è la possibilità di difendersi dagli attacchi del sistema schiavista che non sopporta la parola libero o libertà...informatevi o prendete contatto......

    RispondiElimina
  8. Io sono senza lavoro da 7 anni e da tempo sto cvercando una comunità come la vostra, premetto che ho un maremmano-meticcio ma che mi ubbidisce e non scatena risse.Io soldi non ne ho,per cui questa valle sarebbe una specie di rifugio per me e il mio cane, se pensate possa essere accettato, qualche responsabile mi contatti nel mio account google.

    RispondiElimina
  9. Concordo in parte. la Valle la conosco e la frequento da quasi 30 anni.
    Allora mi spiego:
    C'è la leggenda del buon hippy bravo ed amichevole in bassa stagione. C'è la realtà in estate di un'orda di bimbominkia figli di papà che giocano a fare Woodstock. Che sono convinti che "è cosa loro". E a me che sono sarda e che a Cala grande ci dormivo che manco erano nati, mi fa molta specie essere guardata con disprezzo mentre ci passeggio. C'è una realtà di feste notturne e falò fantastici. Ci sono i sentieri più nascosti che vengono imbrattati di pupu e dei kleenex dalle fricchettine schizzinose (no visitatori. Residenti.) Non andatevi ad ottobre. Perché la triste realtà alla fine dell' estate è un merdaio. Come alla fine di Woodstock. Allora la cosa è complicata. Bando ai romanticismi. La Valle va tutelata, ma con molta meno enfasi sui campeggiatori abusivi che si fanno le vacanze a scrocco nella nostra terra. Che sono protetti politicamente da una certa lobby teresina. C'era una petizione perche fosse un luogo UNESCO. Ecco quella è la via. Forse E qui mi fermo.

    RispondiElimina
  10. Io concordo con chi dice che non è il posto idilliaco di cui si parla. Cani liberi che ovviamente difendono il territorio. Tossici che litigano ad urla tutto il giorno. Vetri di bottiglia in acqua e sudiciume tale che col cavolo che fai il bagno. Una puzza insopportabile di m... gentaglia che rompe pure le scatole perché si sente padrona del luogo. Questa è la realtà che ho visto io, e non mi piace. E ci tengo a dire che non sono una retrograda puritana, andavo ai rave. Ma questo è davvero rovinare un posto splendido

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei proprio andata nella Valle della luna in Sardegna?Perchè di vetri rotti in acqua non ne ho mai visto, e la puzza dov è ? Parli del profumo di salsedine? Tossici che urlano tutto il giorno....penso che sei andata dalla luna sbagliata!Anch io sono Sarda , giusto per precisare.

      Elimina
  11. Ci sono stato a giugno dello scoro anno , ho trovato un paradiso . Ho parlato con gli abitanti stanziali del luogo , non mi hanno parlato della problematica dei punkbestia , di cui ho sentito parlare da altri al ritorno dal viaggio . Se però chi vuole "mettere le cose a posto" appartiene alla specie noiconsalvini immagino che abbiano molto la puzza sotto il naso . . .

    RispondiElimina
  12. io ci sono stato negli anni 80 era meravigliosa, fantastica, queste merdate nn esistevano e la gente c'èsempre stata ed ha sempre abitato le grotte e gli anfratti senza mai recare danno a nessuno, era una comunita di ragazzi, che volevano essere liberi, mi ricordo infatti c'èrano intere famiglie con bambini che giravano nudi, suonavano cantavano davanti ai falo' e si fumava .. era il paradiso terrestre... è il posto piu bello della sardegna :)

    RispondiElimina
  13. Grandi, massimo rispetto verso queste persone che hanno avuto il coraggio di VIVERE.

    RispondiElimina