martedì 26 aprile 2016

A cosa serve la Scienza?





La Scienza cosiddetta "ufficiale" spesso sfiora il limite del ridicolo.
Attualmente vengono spesi miliardi di euro per la ricerca scientifica, e cosa abbiamo ottenuto?


Macchine di morte, immense macchine di morte e distruzione.
Ma allora a che cosa serve davvero la scienza?!
Io da piccolo credevo che la scienza fosse un'arte magica, praticata da geni di tutto rispetto, che davano vita alle loro invenzioni, con un solo grande obbiettivo nel cuore, quello di migliorare le condizioni dell'umanità.

E invece oggi cosa abbiamo ottenuto? 
Trattori che spruzzano tonnellate di liquidi chimici nel nostro cibo, per "proteggerlo" dagli insetti, ma noi, poi, come ci proteggiamo da quello che poi mangiamo?

Oggi possiamo affermare con tutta certezza, che la scienza negli ultimi 200 anni ha fatto grandi progressi nel distruggere il mondo.
Ha saputo creare le più sofisticate armi di distruzioni di massa...


Ha saputo inoltre fare passi da gigante nel campo medico, tanto che oggi trovano potenziali "anti-cancro" praticamente ovunque. 

Non passa giorno che la grande scienza non ci indichi una pianta, una molecola, una qualsiasi cosa che possa essere efficace nella cura del cancro, vagonate di soldi (delle nostre tasse) finiscono il queste pseudo-ricerche, pressapoco inutili e altamente costose, pensando che il cancro è principalmente un male moderno, e che per arrestarlo basterebbe cambiare il nostro stile di vita, mangiando cibo sano, coltivato in un ambiente sano e senza prodotti chimici, bevendo acqua sana al posto delle buonissime ma dannose, bibite industriali, basterebbe poi lavorare poche ore al giorno per scongiurare il cancro (visto che lo stress è un ottimo alleato delle "cellule impazzite) e visto che, la grande scienza, oltre 60 anni fa ci aveva promesso che già negli anni 2000, tutti avrebbero lavorato non più di 10 ore la settimana, prevedendo il fatto che le macchine avrebbero sostituito l'uomo, producendo di più e in meno tempo...


A dire il vero questo è accaduto, ma l'egoismo e l'avidità di chi gestisce la società, a fatto in modo che la tecnologia prenda a calci in culo l'uomo, portando il profitto nelle mani di pochi, invece che distribuirlo equamente al popolo sotto forma di "reddito di cittadinanza"

Ma allora a che cosa serve oggi la scienza? 



Io credo serva solo a portarci dritta dritta all'Apocalisse, poiché una scienza diretta dal Dio Denaro e non da saggi uomini, non può che portarci tutti all'autodistruzione, e questo sta rapidamente accadendo, anche se davvero pochi sembrano accorgersene...


In sintesi io la penso così:

- Vogliamo sconfiggere il cancro? 

Alimentiamoci in modo sano, respiriamo aria sana, creiamo città in armonia con la natura, aboliamo le 8 ore di lavoro, prescriviamo più vacanza e meno farmaci, insegniamo ai bambini a meditare invece che a competere tra loro, che la scuola insegni a divenire "esseri umani" carichi d'amore e compassione per il prossimo, invece che iniziarci fin da piccoli alla "legge del più forte".
La felicità è più importante del progresso, ricordatelo.

- Vogliamo scoprire l'infinità dello spazio cosmico?


Bene, facciamolo, ma prima facciamo in modo che tutti in questo pianeta vivano dignitosamente e che nessuno muoia più di fame...
Pensate a quanti ospedali e a quanto cibo avremmo potuto produrre solo con il 5% dei soldi spesi in missioni spaziali.

Allora è giunto il momento che tutti si rendano conto, che, come disse Nikola Tesla ormai un secolo fa:


"La scienza non è nient'altro che una perversione 
se non ha come suo fine ultimo il miglioramento 
delle condizioni dell'umanità."



Daniele Reale

1 commento: