domenica 31 maggio 2015

Conoscere la verità




"Quando sei sveglio vedi tutt'intorno a te la morte. 
Ecco perchè viviamo di sogni, di sonno, di tranquillanti, di narcotici, di sostanze intossicanti, per non affrontare questa realtà. 

Ma chi è alla ricerca della verità non pensa in termini di felicità o sofferenza. La sua felicità o la sua infelicità non hanno importanza. "Devo conoscere la verità. Anche se è doloroso, anche se porta all'inferno, sono pronto a passarci attraverso. 
Dovunque essa porti, sono pronto ad andarci". 

Questo mondo che vedi intorno a te 
non è reale. 

Non dico che non esiste. Esiste, ma lo vedi attraverso una patina di sogno, di inconsapevolezza. Lo guardi e lo interpreti a modo tuo; sei come ubriaco. 

Tutti coloro che sono svegli hanno un mondo in comune: l'esistenza. Mentre tutti coloro che sono addormentati e sognano hanno ognuno un proprio mondo privato. Quando la consapevolezza diventa perfetta, questo mondo che hai creato nella tua mente semplicemente scompare. Un altro mondo ti viene rivelato. Maya scompare, l'illusione scompare. 


L'illusione esiste a causa del tuo sonno, della tua inconsapevolezza. Una mente che sogna non può vedere la verità; trasformerà anche la verità in un sogno. Io dico una cosa e tu ne senti un'altra, o la interpreti in modo tale che non possa disturbare il tuo sonno. 

La mente ti fornisce immediatamente un'interpretazione. Ma la mente non appartiene a te, è un prodotto sociale. La società è una struttura creata dall'uomo e si è organizzata come se ogni cosa fosse statica; ha inventato convenzioni morali e codici come se tutto fosse fermo, immutabile. Ecco perchè le convenzioni morali perdurano per secoli e secoli. Tutto cambia ma continuano a esistere regole morte. 

Ma la vita non è statica: è un eterno fluire. 
Se osservi da vicino, vedrai che le cose di per sè non esistono: ogni cosa è un processo, ogni cosa è in continuo divenire. 
Ogni cosa fluisce e si trasforma, nulla è statico. 

Perchè esiste tanta frustrazione nel mondo? 

Perchè tutti si aspettano cose durevoli. E il duraturo non è nella natura delle cose. La natura della realtà è il cambiamento. La permanenza è illusione."

Osho

Nessun commento:

Posta un commento