lunedì 14 agosto 2017

I Referendum per l'autonomia di Veneto e Lombardia e le "bombe d'acqua"

Risultati immagini per bomba acqua cortina


Qualcuno, preoccupato e insospettito, mi ha fatto notare che tra Veneto e Lombardia alla vigilia dei Referendum sull'autonomia regionale che si terrà ad ottobre, stanno accadendo un pò troppi disastri naturali o...innaturali.

E' il caso di Cortina, pilastro economico del bellunese recentemente colpita da "bomba d'acqua" di preoccupante violenza, che ha creato danni per milioni di euro, dando un taglio netto al turismo estivo, grazie a frane e strade bloccate.


Risultati immagini per bomba acqua jesolo
Ma non è solo il turismo montano ad essere stato colpito, ma anche quello marittimo di Jesolo e Cavallino, altro pilastro economico veneto, dove centinaia di turisti e vacanzieri si riversano ogni anno, anche qui i danni sono incalcolabili...

Si parla di alberi secolari abbattuti dal forte vento, di macchine schiacciate, di serre scoperchiate, di turisti costretti a scappare terrorizzati.




Risultati immagini per bibione tromba d'ariaA Bibione, altra meta turistica marittima veneta, invece è arrivata un'insolita tromba d'aria, rarissima da quelle parti.

Il quotidiano locale "La nuova venezia" parla di uno strano tsunami, di un insolito "muro di pioggia come si può vedere dal video girato amatorialmente.




Altro caso strano che va ad affliggere il Veneto è quello del "coleottero killer" che si sta mangiando tutti i boschi dell'Agordino e che si sta moltiplicando con una rapidità allarmante, quasi fosse seminato...


Risultati immagini per bomba acqua lombardia
Frane e allagamenti pesanti anche in Lombardia, "bombe d'acqua" in Brianza sopra Milano, disastrose grandinate grande come palle da tennis, strade allagate, insomma i casi di calamità sono un pò troppi e troppo ravvicinati per pensare si tratti solo di un caso, e in molti sospettano che questi disastri siano provocati da armi climatiche proprio come avviso per il vicino Referendum che se approvato, limiterebbe i poteri dello Stato a favore di quelli regionali, dove gli amministratori mirano all'autonomia finanziaria, facendo in modo che il 90% del gettito fiscale rimanga al territorio.

Da qui i sospetti che tutti questi disastri siano intenzionali a finalizzati allo scopo di distruggere per impoverire, in modo tale da costringere le Regioni volte all'autonomia a richiedere nuovi prestiti per ricostruire e riavviare l'economia turistica, e questo semplicemente si traduce in nuovi debiti.

Ma questa è solo un'ipotesi.


Il post inviato da un lettore milanese:






venerdì 11 agosto 2017

La giornata tipo di uno schiavo moderno

Immagine correlata

Nell'Era Moderna ogni mattina un uomo si alza al suonare della sveglia, e strappato violentemente dal dolce sonno corre in cucina a prendere la sua dose di caffeina, che una volta entrata in circolo nel suo organismo a stomaco vuoto, lo farà scattare sull'attenti e rendendolo subito iperattivo.

Lavato e cagato di fretta, il nostro superuomo moderno si avvierà verso il luogo di lavoro, tra la rabbia frustante del traffico mattutino, fatto di piccole accelerate e brusche frenate, una marcia lenta e singhiozzante che fa innalzare i livelli di nervosismo alle stelle.

Inizia poi la sua giornata di lavoro, con un falso sorriso stampato in faccia quando il nostro superuomo dovrà salutare colleghi e capi cordialmente anche se gli stanno tutti sul cazzo.

A metà mattina altra dose di caffeina per mantenere stabile in suo livello di produttività...


Risultati immagini per cibo industrialeA mezzogiorno pausa in mensa con cibo spesso scadente e carico di additivi chimici e conservanti, pane con farina 00 raffinata con calce e demineralizzata, acqua di rubinetto al fluoro e un bicchiere di vino ricco di solfiti e pesticidi, una coscia di pollo da allevamento intensivo ricca di pregiati antibiotici e gonfiata di ormoni della crescita e infine un dolcetto ricco di zucchero bianco raffinato, vero e proprio carburante dei migliori tumori in circolazione, e tutto questo ben di Dio, il nostro superuomo lo chiama "cibo".

Ovviamente questo cibo è ricco solo esteticamente, ma in verità è carente di vitamine e minerali, in primis frutta e verdura, che vengono coltivate in maniera industriale e con fertilizzanti chimici derivanti dal petrolio...

Questo causa una seria carenza di vitamine e minerali al nostro superuomo che sarà così costretto a legarsi a vita a vitamine ed integratori "chimici" da prendere una volta al dì, al costo a barattolo di una cassa intera di frutta e verdura fresca di una volta, quella insomma che veniva coltivata in modo naturale e quindi naturalmente ricca di vitamine.

Al pomeriggio ennesima "pausa caffè", il che, con il passare dei giorni creerà una vera e propria dipendenza alla sostanza che produrrà nervosismo e irritabilità, che verranno placati grazie ai "tranquillanti" prescritti dal dottore.


Risultati immagini per schiavo modernoLa sera poi, il nostro superuomo moderno afflitto dai mille pensieri quotidiani, dal lavoro alienante, dalle bollette da pagare, dalle rate in corso, dall'affitto e da tutte le preoccupazioni moderne, faticherà a prender sonno e dovrà così ricorrere a potenti sedativi che inducono un sonno artificiale.

E la settimana prosegue così fino a sabato, quando il nostro superuomo finalmente trova riposo e si da all'alcool per evadere nel limite del possibile alla triste realtà a cui è sottoposto e che egli crede essere al sola ed unica realtà.

L'alcool lo inebrierà per qualche ora, rendendolo euforico e sicuro di sé, salvo poi renderlo uno straccio la domenica seguente, dove seguirà una breve revisione della sua vita nell'attesa di ricominciare tutto da capo il lunedì.

Tutta questa ansia, questa fretta, questo calvario fatto di lavoro e lavoro, traffico, stress, cibo artificiale e iperattività, verrà trasmesso ai propri figli e quindi alle generazioni future attraverso l'istruzione scolastica quasi come un "dono".

E la chiamano "educazione", l'addestrare gli esseri umani nati liberi a diventare dei frustati consumatori e infelici che già a 13 anni devono pensare, sotto le pressioni di genitori e insegnati a cosa vogliono fare da grandi, ovvero a quale lavoro dedicheranno l'80% della loro vita in nome di profitto, produzione, consumo di materie prime e distruzione del pianeta, dando così il loro contributo al "progresso".

mercoledì 9 agosto 2017

Il potere non teme i ribelli, ma i saggi.

Risultati immagini per guru


E' errata idea comune credere che i ribelli rappresentino l'unica vera e temuta opposizione del potere dominante, mentre è esattamente l'opposto.

Gli apparati di potere, i governi con i loro eserciti, le grandi religioni di massa e gli apparati servili del potere, e cioè i media, giornali e tg, al contrario di quanto si crede, hanno estremo bisogno dei ribelli, specie di quelli che scendono nelle piazze infuriati per le ingiustizie sociali e che, mossi da una furia cieca si scagliano contro la polizia, mettendo a ferro e fuoco le città.

Questi gesti sono una vera e propria manna dal cielo per i rappresentanti del potere, perché in questo modo hanno la scusa per giustificare azioni violente contro, anche, i cittadini innocenti.


Risultati immagini per media di regimeI Media poi giocheranno il ruolo fondamentale di "fomentatori d'odio" chiamando "antagonisti" i cittadini ribelli, facendo così passare per "protagonisti" e quindi i "buoni" gli apparati di potere stessi, che hanno causato lo scatenarsi delle ingiustizie sociali portando i cittadini stessi a ribellarsi.


Ci sono poi i "cittadini cretini", ovvero quella parte del popolo estremamente ignorante, (solitamente proprio quella che quotidianamente si lamenta di bollette, tasse, Iva, pedaggi autostradali, corruzione, vitalizi, pedofilia ecc ecc) che poi, ingannata dalla falsa informazione di mamma Tv, si scaglierà contro quei pochi cittadini ribelli che hanno tentato di manifestare il proprio malcontento, difendendo a spada tratta le violenze perpetrate proprio da quelli apparati di potere di cui tanto si lamenta...


Risultati immagini per inquisizioneEcco perché la ribellione non solo non funziona, ma è anche estremamente pericolosa se adottata in un contesto storico di forte ignoranza popolare, forse pari solo al vecchio Medioevo, dove le masse, ancora una volta vinte dalla propaganda ufficiale d'odio, arrivavano a denunciare le proprie madri tacciandole di stregoneria e condannandole così al rogo.


Il saggio invece, pur senza mai usare la violenza, è sempre stato temuto dagli apparati di potere. Uomini come Giordano Bruno, Gandhi, Osho, Socrate, Gesù, Buddha, fino ad arrivare a scienziati come Tesla e W.Reich hanno sempre saputo imporre forti cambiamenti interiori nelle menti umane di ogni epoca e contro questi uomini il potere si è ritrovato impotente non potendo usare eserciti contro di loro, anche se alla fine, vigliaccamente, gli ha sempre uccisi come gesto di "punizione", per aver illuminato le mente dei propri simili allontanandoli dall'ignoranza fondamentale, pilastro fondamentale di ogni forma di gerarchia terrestre.




Ecco perché ogni forma di rivoluzione esteriore è sempre fallita.




Persino la rivoluzione francese che pretendeva libertà e uguaglianza è finita per ripetere l'errore di sempre, quello di sostituire un padrone con un padrone nuovo.

Il saggio invece insegna che non abbiamo bisogno di padroni, che possiamo vivere felici e in armonia senza di essi, ma solo nel momento in cui diventiamo saggi anche noi stessi, ovvero quando la pecora non sarà più pecora e quindi non ci sarà più bisogno di pastori, cani-pastori e recinti...